La relazione

Come vi ho detto, la “relazione” è un tipo di testo che farà parte di quelli che potrete scegliere all’esame. Cliccando qui troverete una buona spiegazione per capire di cosa si tratta, mentre qui (123 e 4) altri preziosi consigli per la sua stesura.

Annunci

La tregua di Natale

Non mi stanco, ogni giorno, di sottolinearvi la stupidità e la bestialità umana di cui abbiamo continue testimonianze nella storia e nella condizione del mondo d’oggi.

Tuttavia, quando usa quella che dovrebbe essere la sua caratteristica distintiva, ovvero l’umanità (appunto!), l’uomo compie gesti straordinari come quelli esami qui.

Sì, dopo tanti testi dedicati al vero e proprio macello che si perpetrò durante la Prima Guerra Mondiale, è il momento di parlare di questo miracolo che avvenne nel 1914 e che pochi conoscono. La “tregua di Natale” è uno di quegli episodi che danno speranza e che fanno capire chi potremmo realmente essere se solo usassimo le nostre più autentiche qualità.

Questo è il testo di un soldato inglese che fu testimone di quell’evento, questo è invece un post sul sito di un mio collega che vi consiglio di leggere dall’inizio alla fine e di aprire i links (tutti!) che vi sono contenuti (anche gli spezzoni del film).

Rivoluzione russa

Siamo giunti al 1917 quando in Russia si arrivò alla Rivoluzione. Cliccando  qui (12, e 3) potete vedere alcuni brevi ma interessanti filmati che ne riassumono gli aspetti salienti con immagini d’epoca.

Queste invece sono delle belle mappe mentali (1 e 2) dedicate a questo argomento.

Abbiamo parlato anche del grande ruolo ricoperto da Lenin, un personaggio molto importante su cui potrete vedere qui (1 e 2) un documentario in inglese. Questo invece è un video con immagini di Lenin la cui colonna sonora è costituita dalla trionfale musica de “L’Internazionale“,  l’inno dei rivoluzionari (non solo russi).

Thomas Sankara. L’Africa, come potrebbe essere

Dopo aver iniziato a studiare l’Africa, mi sembra importante sottolineare la figura misconosciuta di Thomas Sankara, un uomo straordinario che ha cercato di fare il bene del suo paese e del suo continente. Nella sua breve esistenza è racchiusa la storia dell’Africa, le sue speranze, le sue potenzialità, le sue contraddizioni, come potete leggere sinteticamente qui.

Questo invece è un documentario dedicata alla sua vita che non potete non vedere per comprendere la sua straordinaria umanità.

Come si può facilmente capire, anche lui è un altro dei miei “eroi”.

I promessi sposi

Abbiamo già messo in evidenza l’importanza di Alessandro Manzoni nella storia della letteratura italiana. Leggeremo alcuni passi de “I promessi sposi” sul libro di testo, qui potete vederne la relativa trasposizione televisiva: parte inizialel’incontro tra Fra’ Cristoforo e Don Rodrigo, l’addio ai monti.

Queste invece (1, 2 e 3) sono alcune mappe concettuali per comprenderli e memorizzarli meglio.

Qui (1 e 2) invece due ottimi video.

Alessandro Manzoni

Riprendiamo il nostro cammino letterario con uno dei massimi autori della letteratura italiana (sebbene non sia tra i miei preferiti):Alessandro Manzoni. Lo scrittore del più celebre romanzo italiano, “I promessi sposi“, ebbe un grande ruolo nella cosiddetta “questione della lingua“, ovvero nella lingua da assegnare all’Italia, nuova nazione nata dal Risorgimento. La sua opera viene iscritta  all’interno del Romanticismo, corrente letteraria nei confronti della quale, come studierete alla superiori, Manzoni avrà comunque una posizione personale.

Queste (1 e 2) invece sono delle  buone mappe concettuali che vi aiuteranno a studiarlo.

Qui (1 e 2) invece due ottimi video sulla sua vita.

Prima guerra mondiale

Ecco la Prima Guerra Mondiale, anche per l’Italia un inutile bagno di sangue. Cliccando sui seguenti links potete vedere degli interessanti video sull’inizio delle ostilità, sulla guerra di trincea e  sull’intero conflitto.

Questo è il testo de “La canzone del Piave” che celebra l’entrata in guerra dell’Italia. Anche quest’altro video, dedicato alla memoria dei nostri morti, ha come colonna sonora un’altra famosa canzone, “La tradotta”, cantata tristemente dagli Alpini in quel periodo. Questo invece è uno spezzone di un bel film dedicato alla “Grande Guerra” in cui si rievoca la disumana pratica della “decimazione“.

Qui potete trovare varie mappe concettuali su tale argomento, mentre questo è un bellissimo sito in cui questa grande tragedia è raccontata molto bene prendendo in esame moltissimi aspetti.